L’endodonzia si occupa della terapia dell’endodonto, ovvero la parte interna del dente o polpa, (tessuto molle costituito prevalentemente da vasi sanguigni e nervi) che garantiscono nutrimento e sensibilità all’elemento dentario.

É necessario ricorrere alla terapia endodontica in presenza di:

  • lesione da carie penetrante in profondità con conseguente infiammazione del tessuto pulpare econtaminazione batterica (pulpite). Se trascurata, tale infezione può progredire fino a provocare necrosi della polpa stessa e favorire l’insorgere di patologie radicolari e parodontali (legamento osso-gengiva).
  • granuloma, che rappresenta una patologia frequentemente collegata all’infiammazione pulpare e che può facilmente evolversi in ascesso.
  • morte della polpa dentale, la quale può verificarsi anche spontaneamente.
  • lesioni traumatiche.

La terapia canalare prevede l’asportazione del tessuto pulpare infiammato o necrotizzato del dente, sia a livello della corona sia a livello della radice, allo scopo di eliminare l’infezione (molto dolorosa) per il paziente e garantire la conservazione la struttura rigida dell’elemento dentale. Questa procedura è  chiamata devitalizzazione, in quanto priva il dente delle terminazioni nervose e vascolari che lo rendono vitale e sensibile.

TRATTAMENTO FINANZIABILE

per devitalizzazione

FAQ TRATTAMENTI

Le domande frequenti dei nostri pazienti sui trattamenti di endodonzia.
Clicca sulla domanda e si espanderà la risposta!

CONTATTACI

Preferisci chiamarci o hai bisogno di un trattamento d’emergenza? Chiama lo 039 470159.

Cos'è la chirurgia endodontica?

La chirurgia endodontica rappresenta l’intervento d’elezione quando non è possibile curare un dente con una lesione apicale, chiamata anche granuloma, mediante un normale trattamento canalare attraverso la corona del dente. Il granuloma è una massa di tessuto infiammatorio che circonda l’apice del dente. Di solito si forma quando la polpa dentale, volgarmente chiamata “nervo”, va incontro a necrosi, cioè muore per carie profonda o per traumi. Oppure queste lesioni apicali possono essere l’esito di trattamenti canalari incompleti in cui l’operatore non ha potuto trattare la radice in modo soddisfacente a causa di limitazioni anatomiche. Se l’intervento chirurgico viene eseguito correttamente le percentuali di successo sono elevate.

Come posso sapere se necessito di una endodonzia?

Il trattamento viene eseguito quando i batteri hanno distrutto tutti i tessuti dentali (smalto, dentina) raggiungendo la polpa e causando dolore al paziente. I sintomi più frequenti sono il dolore al stringere dei denti, sensibilità al freddo, lo scurirsi del dente o gonfiore e dolore spontaneo specialmente quando si è in posizione orizzontale. Ci sono anche casi nei quali non si presenta alcun sintomo e solo il dentista tramite una radiografia può rilevare la necessità di questo trattamento

Cosa vuol dire fare un trattamento endodontico?

Viene rimosso il nervo dal dente e quindi la sua infiammazione per dare sollievo al paziente. Si tolgono quindi i tessuti infetti per sigillare l’intera cavità esistente.

La endodonzia è molto dolorosa?

Per questo trattamento viene utilizzata l’anestesia, quindi non arreca dolore al paziente.

Cosa provoca la formazione del granuloma?

Il granuloma si forma da prodotti tossici dei batteri sulla polpa del dente è opportuno quindi toglierla per curare la radice.

Quando è indicato l'intervento chirurgico?

L’intervento è richiesto quando sono presenti dei perni cementati nella radice. A volte rimuovere il perno può provocare la frattura della radice, e può comportare all’estrazione del dente. Per evitare la frattura radicolare, si preferisce trattare il dente chirurgicamente. Vi sono inoltre indicazioni all’intervento chirurgico di apicectomia che devono essere valutate attentamente dall’Odontoiatra prima di estrarre i denti che potrebbero essere curati con successo. La conservazione di un elemento dentale è un indubbio vantaggio dal punto di vista biologico per il paziente. Inoltre, in una sola seduta, il paziente risolve il problema dentale senza doversi sottostare a cure lunghe ed onerose.

Quanto dura l'intervento?

L’intervento prevede un’anestesia locale, quindi è indolore, e la durata varia in base alla complessità del caso.

Quali sono le fasi dell'intervento?

Si esegue una piccola incisione sulla gengiva del dente ed una volta esposta la radice si ottura l’apice con un materiale bioinerte (sigillo retrogrado).

Come si verifica la riuscita dell'intervento?

Viene fatto un controllo radiografico dopo circa 6-12 mesi, nel quale per la riuscita dell’intervento l’area di radiotrasparenza deve essere completamente scomparsa. Il dente che subisce l’intervento di apicectomia deve a tutti gli effetti avere una prognosi a distanza simile a quella degli altri denti dell’arcata.

Che successo ha un'endodonzia?

L’endodonzia ha un alto tasso di riuscita, ma è necessaria una formazione adeguata e l’utilizzo di tecnologia all’avanguardia. Garantendo al paziente una pulizia accurata del condotto e una chiusura senza perdite, riducendo il rischio di reinfezione da batteri.

Quali possono essere i disturbi del paziente dopo l'intervento?

Eventuali gonfiori o dolori riducibili grazie all’uso di antidolorifici e antiflogistici. La sintomatologia si risolverà completamente in 2-4 giorni.

Quando il paziente può tornare al lavoro?

Se il lavoro non è impegnativo dal punto di vista fisico si può tornare anche subito dopo l’intervento, ma un giorno di riposo può essere consigliato in base al tipo d’intervento.

Chi si occupa di curare il canale radicolare?

La maggior parte dei dentisti possiede conoscenze basi di endodonzia, ma per casi più complessi è bene rivolgersi a un’endodontista che è specializzato nella cura del canale radicolare e dei tessuti molli all’interno del dente.

Cosa s'intende per cura del canale radicolare?

La cura del canale radicolare intende l’eliminazione di ogni processo infiammatorio, la rimozione della polpa cancrenosa e la cura dell’intero dente.

Che cos'è la polpa dentale?

La polpa dentale sono i tessuti molli all’interno del canale radicolare e comprende il nervo dentale, i capillari e i tessuti connettivi molli.

Cosa succede se la polpa dentale si ammala?

Se la polpa dentale s’infiamma e non viene curata andrà persa definitivamente.

Perché si deve rimuovere la polpa dentale cancrenosa?

Se non viene rimossa la polpa cancrenosa l’infezione si propagherà nelle ossa adiacenti e la perdita del dente sarà inevitabile.

Come viene curata la polpa dentale?

In una prima fase viene aperto un varco sulla superficie della corona del dente da curare e ripulito per bene con l’aiuto di un farmaco antinfiammatorio, così da poterlo richiudere provvisoriamente. In una seconda fase è necessario che il paziente torni dal dentista, il quale estrarrà la medicazione. Se l’infiammazione e l’infezione sono cessate il dente verrà ripulito e otturato definitivamente.

Quante volte devo andare dal dentista per risanare il canale radicolare?

Sono necessari almeno tre appuntamenti per la cura del canale radicolare. Alcuni casi specifici possono richiedere anche qualche visita in più.

Quanto a lungo può sopravvivere un dente privo di polpa dentale?

La polpa non è decisiva riguardo alla durata di vita del dente, infatti dipenderà esclusivamente dalla qualità dell’igiene orale e della costanza delle visite di routine.

L'estrazione della polpa comprometterà la funzionalità del dente?

No, il dente conserverà la stessa funzionalità che aveva prima del deperimento della polpa.

Perché non si estrae direttamente il dente malato anziché curarlo?

Il dente naturale non può essere equiparato a nessun prodotto artificiale, ecco perché occorre salvarli quando possibile.

Ci sono alternative rispetto all'estrazione?

L’alternativa è la devitalizzazione del dente.

La devitalizzazione è adatta a tutti i denti?

La maggior parte dei denti può essere curata. I rari casi in cui non può essere curato sono quando i canali radicolari non sono accessibili, o quando il dente ha una frattura o non ha un supporto osseo adeguato. Quando la devitalizzazione non è efficace, la chirurgia endodontica potrebbe essere in grado di salvare il dente mediante l’apicectomia.

Dopo la devitalizzazione dovrò fare più attenzione al dente o dovrò farmelo curare?

Il dente non ricostruito è più soggetto a fratture, quindi è bene intervenire al più presto. Se viene eseguita una corretta igiene orale utilizzando spazzolino e filo interdentale con regolari controlli è possibile che il dente devitalizzato abbia lo stesso arco di vita di un dente naturale. Se persiste l’infezione può essere possibile ripetere la devitalizzazione.

Perché un dente curato deve subire un altro intervento?

Carie e otturazioni potrebbero causare nuove infezioni al vostro dente anche in seguito all’intervento, Inoltre si potrebbero scoprire deviazioni dei canali o otturazioni canalari insufficienti che richiedono un’altro intervento.

Fa male devitalizzare un dente?

Le tecnologie moderne e il miglioramento delle procedure di anestesia permettono di effettuare l’intervento senza che il paziente senta dolore, molto simile alle semplici otturazioni.

Bisogna andare molte volte dal dentista?

La devitalizzazione viene eseguita in una o due sedute, facendo eccezione per casi d’infezioni importanti onde sarà necessario sterilizzare la camera pulpare.

Con una capsula è necessario devitalizzare il dente?

Il dente con capsula necessita della devitalizzazione solo quando ha un ascesso o una carie ha colpito sotto la capsula raggiungendo la polpa.

La devitalizzazione è causa di malattie?

Le persone con devitalizzazione hanno gli stessi rischi di prendere le malattie di qualsiasi altra persona.

Durante la devitalizzazione vengono rimosse le radici del dente?

Viene asportata la polpa all’interno del dente presente nella corona e all’interno delle radici, che quindi non vengono rimosse.

Le donne incinte possono farsi devitalizzare i denti?

É importante che la paziente rammenti sempre la sua situazione al dentista prima di fare le radiografie, se necessario è anche importante devitalizzare i denti dato che, essendo infezioni, possono portare a parti prematuri e a nascituri sottopeso.

Il dente devitalizzato prima o poi cadrà?

Il dente se curato, controllato e con una dovuta igiene orale potrà durare come i denti non devitalizzati.

Se non si sente alcun dolore il dente deve essere devitalizzato?

Il dolore non per forza determina la necessità, qual’ora un dente sia infetto o danneggiato è necessario curarlo se non si vuole rischiare di perderlo.

Meglio l'estrazione o la devitalizzazione?

Per mantenere una masticazione corretta è importante conservare i denti naturali e procedere con altri rimedi solo quando non è più possibile la preservazione.

Un dente dopo essere devitalizzato può far male?

I giorni a seguire dell’intervento è possibile sentire un pò di dolore, in seguito potrebbe succedere solo nel caso in cui insorgessero problemi a distanza, come granulomi o fratture della radice.

Quali sono i rimedi per la sensibilità freddo/caldo?

Esistono gel che possono alleviare questi disturbi, ma se questa sensibilità dovesse essere troppo elevata si può arrivare alla devitalizzazione dell’elemento dentario.



This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI SERVIZI

Dentalheart, clinica odontoiatrica a Biassono, propone ai suoi pazienti una gamma di trattamenti odontoiatrici e servizi esclusivi a due passi da Milano.

Possibilità di finanziare* i trattamenti a tasso ø con possibilità di dilazione fino a 2 anni ed oltre i 24 mesi è possibile finanziare le cure con tassi agevolati.

 

*Salvo approvazione della finanziaria

dentalheart icone implantologia

IMPLANTOLOGIA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 60 mesi a tasso agevolato
dentalheart icone ortodonzia

ORTODONZIA FISSA ANNUALE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 24 mesi senza interessi
dentalheart icone paradentologia

PARADONTOLOGIA

TRATTAMENTO PERSONALIZZATO
check up in studio
dentalheart icone protesi

PROTESI DENTALE

TRATTAMENTO PERSONALIZZATO
finanziamento fino a 60 mesi
dentalheart icone conservativa

CONSERVATIVA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
per piccole otturazioni
dentalheart icone endodonzia

ENDODONZIA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
per devitalizzazione
dentalheart icone restauro estetico

FACCETTE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 24 mesi senza interessi
dentalheart icone sbiancamento

SBIANCAMENTO

TRATTAMENTO FINANZIABILE
con utilizzo di lampada led
dentalheart icone igiene

IGIENE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
ablazione standard
Made in Italy

MADE IN ITALY

Utilizziamo solo materiali e dispositivi medici italiani e certificati, lavorando in partnership con importanti e qualificati laboratori nazionali.