L’ortodonzia è la branca specialistica che si occupa dello studio, prevenzione e cura della errata chiusura delle arcate dentarie e del riallineamento estetico dei denti.

Con un buona attività ortodontica avrai un sorriso perfetto. L’ortodontista utilizza dispositivi meccanici (apparecchi) che creano delle trazioni idonee a creare il corretto posizionamento dei denti.

Ma il comunemente detto apparecchio ai denti è solo uno dei trattamenti ortodontici per migliorare il vostro sorriso e riacquistare la fiducia in voi stessi, sia che siate ancora bambini, sia che siate adulti.

Affidati a Dentalheart e grazie alla consulenza dei nostri odontoiatri troveremo la soluzione più adatta alle tue esigenze, spaziando dai trattamenti di ortodonzia tradizionale fino a quelli di ortodonzia invisibile.

Brackets metallici

Sono delle placchette metalliche che vengono attaccate ai denti e sui quali si applicano le trazioni per allineare i denti in poco tempo.

Ortodonzia Linguale

I brackets vengono incollati sulla superficie linguale dei denti, cioè sul lato interno dei denti. È la soluzione più estetica per l’allineamento dei tuoi denti.

Brackets in ceramica

Hanno la medesima funzione anche se esteticamente sono più belli perchè riproducono il colore dei denti diventano così meno visibili. I tempi per l’allineamento sono superiori rispetto a quelli dei brackets metallici, ma il risultato finale è identico.

Ortodonzia Invisibile

È un sistema di mascherine trasparenti e rimovibili che puoi togliere e collocare per mangiare e per lavarti i denti. Queste mascherine, fatte su misura, sostituiscono gli altri sistemi di ortodonzia, è il trattamento perfetto per tutti coloro che, per esigenze di lavoro o estetiche, non vogliono ricorrere ad altri metodi ortodontici.

Soffri di bruxismo?

Se di notte digrigni i denti o serri con forza la bocca puoi soffrire di bruxismo. Questa patologia è in realtà correlata alla frenesia della vita quotidiana. Quello di stringere o digrignare i denti durante il sonno è un modo del tutto involontario per scaricare le tensioni accumulate.
Questo fenomeno aumenta di frequenza e intensità in maniera proporzionale al livello di stress ma spesso non ci si accorge se non quando facciamo visita al nostro dentista.

Le cause non sono necessariamente da imputare ad una vita dinamica, spesso il motivo del bruxismo è di natura odontoiatrica e da ricercare nell’imperfetto posizionamento delle due arcate dentali o ad esempio nell’assunzione di posizioni mandibolari scorrette.

Il bruxismo influisce sul sonno e se questo è di durata ridotta o di qualità scarsa può essere causa di emicranie, irritabilità, spossatezza e sonnolenza diurna.

Vuoi sapere come possiamo aiutarti? Contattaci ora!

CERCHI UN BITE PERSONALIZZATO PER BRUXISMO O SERRISMO?
Contattaci per un preventivo!

TRATTAMENTO FINANZIABILE

in 24 mesi senza interessi

FAQ TRATTAMENTI

Le domande frequenti dei nostri pazienti sui trattamenti di ortodonzia.
Clicca sulla domanda e si espanderà la risposta!

CONTATTACI

Preferisci chiamarci o hai bisogno di un trattamento d’emergenza? Chiama lo 039 470159.

Quali sono le cause dei denti storti?

La prima causa può essere di fattore ereditario, i caratteri ereditari possono combinarsi in modo favorevole o sfavorevole e non per forza un figlio avrà i denti come i genitori, è quindi necessario portarlo da un ortodontista per chiedere un giudizio. Altri fattori rilevanti nella crescita possono essere la mancanza di spazio, il succhiamento del pollice o del ciuccio, l’uso anormale della lingua, la perdita precoce dei denti da latte, dimensioni della mascella troppo piccole o bruxismo. Incide anche una respirazione orale causata dall’ingrossamento delle adenoidi o delle tonsille che possono determinare uno scorretto posizionamento dei denti.

Come faccio a sapere se ho bisogno di un trattamento ortodontico?

Spazi, rotazioni, inclinazioni oppure affollamenti tra i denti sono segnali di allarme che possono significare che hai bisogno di ortodonzia. Non sempre i segnali sono cosi evidenti, infatti il combaciamento sbagliato o il consumo anormale dei denti può causare dolore alle articolazioni della mandibola ed instabilità del morso. Quando i denti non combaciano bene la mandibola può subire una modifica nel suo assetto posturale, quindi la cattiva chiusura può portare a dolore cronico che si distribuisce alla testa, al collo alle spalle e alle orecchie e può causare vertigini.

Che cos'è il bruxismo?

Il bruxismo è un fenomeno più marcato durante il sonno ed è causato dalla contrazione dei muscoli implicati nella masticazione; è considerato un’attività anomala non finalizzata ad uno scopo. Consiste in uno sfregamento fra l’arcata superiore e quella inferiore, può essere rumoroso e fastidioso sebbene il soggetto affetto non si renda conto del digrignamento dei denti, al risveglio potrebbe lamentare una fastidiosa sensazione di dolore a livello della mandibola. Un fenomeno da tenere sotto controllo e confrontarsi con uno specialista onde evitare di recare grossi danni alla all’apparato dentale.

A che età è consigliabile portare il bambino a fare un controllo?

A cinque o sei anni un bambino ha l’età giusta per effettuare un primo controllo, potrebbero essere scoperte condizioni che se trattate subito sono facilmente correggibili. Sarebbe preferibile non aspettare che il bambino abbia perso tutti i denti da latte. Queste attenzioni possono nel futuro evitare trattamenti ortodontici più complessi, a lungo termine e rappresentare inoltre un notevole risparmio nel costo totale del trattamento.

Perché mi devo preoccupare della masticazione di mio figlio?

Un cattivo combaciamento dei denti può essere dannoso per il futuro della bocca, denti allineati e ben disposti sulle basi ossee sono normalmente più sani e più facilmente pulibili. Questo può anche causare problemi al dentista in caso di necessità di curare otturazioni, se la posizione dei denti non è corretta. Patologie della colonna vertebrale, potendo determinare alterazioni della curvatura e anche forme di cefalee localizzate, come per esempio nelle tempie o davanti all’orecchio, possono essere correlate con gravi malocclusioni dentali.

La dentatura degli adolescenti si può sistemare da sola con la crescita?

No, la situazione non si risolverà, anzi tenderà a peggiorare negli anni, per esempio dopo che spuntano i molari permanenti, lo spazio a disposizione nella zona dei denti anteriori si riduce creando affollamenti variabili per entità indipendentemente dalla presenza di una malocclusione.

Solo i medici specialisti in ortodonzia possono esercitarla?

No. In Italia possono esercitare l’ortodonzia coloro che sono in possesso della laurea in medicina o di quella in odontoiatria, cioè anche senza specializzazione. Gli odontotecnici non sono laureati e non possono avere rapporti diretti con pazienti, ma svolgono il proprio lavoro presso laboratori costruendo manufatti a regola d’arte su prescrizione medica-odontoiatrica.

Perché mettere l'apparecchio ortodontico?

I motivi fondamentali sono a livello estetico, cioè che denti ben allineati conferiscono un sorriso più piacevole, a livello funzionale, cioè svolgono meglio la funzione di masticazione e d’igiene che sono più facili da pulire e si mantengono in salute più a lungo.

I denti male allineati comportano in ogni caso sia un danno estetico che una cattiva funzione occlusale?

Non necessariamente, a volte può comportare alterazioni dell’estetica del sorriso senza alcuna influenza negativa sulla funzione occlusale. E’ possibile che accada anche il contrario, cioè che a causa del mal posizionamento dentale si determinino disturbi a carico del sistema occlusale senza alterazioni dell’estetica del sorriso.

Anche l’adulto può sottoporsi al trattamento ortodontico?

È possibile allineare i denti a qualunque età, purché i tessuti di sostegno dei denti siano in buone condizioni di salute.

Se si sono persi dei denti si può ugualmente effettuare la terapia ortodontica?

Si, spesso la si esegue proprio negli adulti prima di effettuare gli impianti per riposizionare correttamente i denti.

Si possono prevenire le malocclusioni?

Molte malocclusioni si possono prevenire attraverso il controllo dei fattori ambientali in grado d’influire negativamente sulla crescita dei mascellari e sullo sviluppo della dentatura. Nel periodo di formazione della dentatura tutto ciò che favorisce atteggiamenti succhianti e a bocca aperta interferiscono con la corretta disposizione dei denti all’interno di ogni arcata. Altra prevenzione è quella che può effettuare l’ortodontista, intercettando e rimuovendo i problemi che possono ostacolare il corretto sviluppo della dentatura.

L'ortodonzia interviene anche sulle ossa del viso?

Certo, per questo è consigliata una visita di controllo in giovane età, così da poter fare molto per armonizzare la crescita delle ossa del viso. Apparecchi ancorati alla dentatura, agiscono su di essa con un vero e proprio effetto ortopedico. L’ortodontista è quindi ad ogni effetto l’ortopedico delle ossa del viso; se le ossa sono armoniche, l’estetica del volto e la successiva sistemazione dei denti saranno più soddisfacenti.

Perché ci sono malocclusioni che richiedono per la loro situazione oltre all'ortodonzia anche la chirurgia?

Queste malocclusioni non provengono solo dai denti, ma bensì anche scheletriche dei mascellari che non sono cresciuti in modo armonico e per questo devono essere corrette mediante chirurgia.

Qual'è l'occlusione ottimale?

L’ortodonzia mira alla correzione delle malocclusioni e al raggiungimento di un’occlusione ottimale che si verifica quando la chiusura tra l’arcata superiore e quella inferiore è corretta, perché le cuspidi (la parte che occlude) dei denti cadono in modo corretto. Normalmente un viso esternamente armonico, nel rapporto tra labbra e mento, è un buon sintomo di corretta funzionalità anche nella masticazione.

La logopedia serve?

Alcune malocclusioni sono provocate o mantenute da abitudini viziate della lingua o delle guance, non da alterazioni scheletriche, quindi se non si corregge l’abitudine viziata con la collaborazione logopedica, l’ortodonzia, anche se eseguita correttamente, porterà ad un risultato instabile e ad una malocclusione recidiva.

Come risolvere il problema di affollamento denti?

L’affollamento denti è uno dei casi d’azione più comune per l’ortodonzia, questo può essere risolto applicando degli apparecchi speciali rimovibili, che aumentano lo spazio nel cavo orale, così da creare il presupposto per allineare correttamente i denti. In alternativa vi sono casi estremi nel quale è necessario ricreare tale spazio ricorrendo ad estrazioni controllate, per permettere alle arcate una maggiore armonia estetica ed una corretta funzione masticatoria. Iniziare precocemente un trattamento ha maggiori possibilità di recuperare lo spazio evitando estrazioni.

Come si suddividono gli apparecchi ortodontici?

Gli apparecchi ortodontici vengono suddivisi in fissi e mobili. Gli apparecchi fissi vengono portati 24 ore su 24, quelli mobili si tolgono prima di andare a dormire, infatti i primi s’incollano o si cementano ai denti, i secondi li applica e rimuove il paziente.

Gli apparecchi ortodontici sono tutti uguali?

No, non sono tutti uguali, possono essere fissi o mobili. Sono uno strumento per raggiungere un fine, che in parte è predefinito da modelli ideali di riferimento e, in altra parte, va concordato in base alle effettive necessità ed esigenze personali del paziente.  Solo dopo aver analizzato tutti i dati relativi alla malocclusione da trattare, e solo dopo averli combinati alle aspettative del paziente, può essere selezionato l’apparecchio ortodontico. Tra gli apparecchi rimovibili si trovano vari tipi di placche meccaniche e funzionali, oltre all’apparecchio estetico Invisalign. Poi ci sono gli apparecchi ortodontici che preservano in corso di trattamento l’estetica del sorriso. Tra questi gli attacchi in ceramica policristallina, oppure gli attacchi incollati sulla superficie linguale dei denti, o, ancora, il più recente apparecchio composto di mascherine trasparenti.

Qual'è l'apparecchio ortodontico innovativo?

L’apparecchio ortodontico più innovativo è quello linguale, che permette di correggere tutte le malocclusioni ed è invisibile, dato che viene posizionato sulla superficie interna dei denti. In alternativa ci sono anche le mascherine trasparenti, molto efficaci e anch’esse poco visibili.

Ci sono modi che permettono di accelerare i tempi di cura?

Si, la tecnica della piezochirurgia che è una microchirurgia ad ultrasuoni che accelera del 30/40% i tempi tecnici di cura e soprattutto che permette la cura di malocclusioni, che altrimenti non potrebbero essere risolte solo con l’ortodonzia o addirittura permette terapie non altrimenti effettuabili; questa metodica viene frequentemente utilizzata nei pazienti adulti.

Come fa l'ortodontista a raddrizzare i denti?

Per raddrizzare i denti viene usato un apparecchio, fisso o mobile che varia in base alle necessità e l’età del paziente, il quale provvede allo spostamento grazie ad una reazione ad una forza leggera. La cura può anche comportare l’utilizzo di trazioni esterne alla bocca, di elastici o di apparecchi di contenzione.

Che cosa è la contenzione?

La contenzione si effettua alla fine del trattamento ortodontico. L’ortodontista consegna al paziente gli apparecchi che dovranno essere portati, generalmente la notte, e le prescrizioni d’uso. A volte la contenzione consiste in apparecchi fissi incollati sulla faccia interna dei denti. Tutto questo avverrà per favorire la stabilizzazione della correzione.

Quanto dura un trattamento ortodontico?

La durata della terapia è individuale e dipende dalla diagnosi del dentista.  In linea di massima si può dire che un trattamento normale può durare da un minimo di pochi mesi a un anno e mezzo/tre anni in rapporto alla complessità del caso. Differente è il caso del bambino in crescita che a causa dello sviluppo continuo della dentatura potrebbe anche alternare periodi di trattamento ad altri di attesa. In casi più lievi come chiudere degli spazi suoi denti anteriori possono bastare anche pochi mesi. Per avere tempistiche più precise è necessario fare una visita con un esperto.

Quanto costa?

Il costo varia a seconda dell’apparecchio usato, della gravità del problema e della durata della cura. Il programma di pagamento viene ripartito durante il periodo di cura.

L'assicurazione copre il costo della cura?

Esistono oggi molte polizze che includono anche il costo della cura ortodontica, è possibile rivolgersi alla propria compagnia richiedendo un elenco delle prestazioni assicurate. Alcune assicurazioni richiedono di poter vedere prima dell’inizio il referto diagnostico ed i piani di trattamento e di pagamento previsti. Spesso il contributo é soltanto parziale.

Sarà doloroso?

Quando viene sollecitato lo spostamento è normale che si possa sentire un dolore al dente, il quale non dovrebbe durare più di qualche giorno. Man mano che il trattamento progredisce il disagio tenderà a essere sempre più moderato fino a sparire.

Durante il trattamento ortodontico devo evitare alcuni cibi o abitudini?

Sarebbe preferibile diminuire l’assunzione di cibi e bevande dolci, dato che zuccheri e amidi generano una placca batterica adesiva, che incide sullo sviluppo di carie e favorisce la malattia paradontale. I cibi duri o “appiccicosi” potrebbero danneggiare i fili o staccare l’apparecchio, come per esempio gomme da masticare o vari tipi di caramelle. É buona regola nel corso del trattamento tagliare a piccoli pezzi i cibi duri come per esempio carote e mele.

L'aspetto sarà ridicolo?

L’apparecchio non è altro che il supporto fisso che viene utilizzato per controllare lo spostamento dei denti: può essere costruito dai tradizionali anelli d’acciaio cementati attorno ai denti ai più moderni e meno visibili attacchi fissati con uno speciale adesivo alla superficie esterna dei denti.  Le correzioni di minore entità possono essere eseguite con apparecchi che si trovano completamente nascosti all’interno della bocca. Altri trattamenti più complessi possono richiedere degli attacchi sui denti per portarli nella posizione desiderata. Gli attacchi in ceramica, avendo un colore simile a quello del dente, sono meno visibili e si offrono, quindi, come un’alternativa estetica a quelli d’acciaio.

Con quali frequenza i controlli in studio?

All’inizio della cura gli appuntamenti sono più frequenti, una volta costruito l’apparecchio avranno intervalli più lunghi mediamente una frequenza mensile, tutto in rapporto al tipo di trattamento.

L'apparecchio può causare carie?

L’apparecchio ortodontico facilita il trattenimento della placca batterica, ma eseguendo le istruzioni per l’igiene e adattando la tecnica di spazzolamento, non c’è alcun pericolo né di carie né d’infiammazioni gengivali.

Il risultato sarà stabile?

L’uso scrupoloso di un apparecchio di contenzione a fine cura ridurrà al minimo gli spostamenti o la recidiva, ovviamente i denti sono in costante mutamento ed adattamento. Spesso tali recidive sono di lieve entità e comunque non influiscono sul risultato estetico-funzionale del trattamento. Qualche volta, invece, possono essere tali da richiedere piccoli interventi di riallineamento o di ottimizzazione occlusale. Una volta completata la crescita del paziente la stabilità sarà maggiore.

Quali sono i benefici di un trattamento ortodontico?

Tra i benefici sono presenti il miglioramento dell’estetica facciale, del sorriso e della funzionalità dell’occlusione considerando la maggior facilità con la quale dei denti ben allineati possano essere più puliti e quindi più propensi a prevenzione di carie e parodontopatie.

É possibile montare l’apparecchio ortodontico su una corona?

Si, un dente munito di corona si muove proprio come un semplice dente, può essere utilizzata sugli impianti per il miglior ancoraggio ortodontico ma, in tal caso, gli impianti non si spostano.

È vero che l’eruzione dei denti del giudizio è causa di recidiva ortodontica?

In realtà i fattori che possono influire negativamente sulla stabilità post trattamento della correzione ortodontica sono numerosi e complessi. La presenza dei denti del giudizio determina solo una maggiore probabilità statistica di avere recidiva dell’allineamento dopo il trattamento e la loro rimozione non dà la sicurezza che non ci sarà. La loro eruzione in arcata ne aumenta semplicemente le probabilità.



This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI SERVIZI

Dentalheart, clinica odontoiatrica a Biassono, propone ai suoi pazienti una gamma di trattamenti odontoiatrici e servizi esclusivi a due passi da Milano.

Possibilità di finanziare* i trattamenti a tasso ø con possibilità di dilazione fino a 2 anni ed oltre i 24 mesi è possibile finanziare le cure con tassi agevolati.

 

*Salvo approvazione della finanziaria

dentalheart icone implantologia

IMPLANTOLOGIA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 60 mesi a tasso agevolato
dentalheart icone ortodonzia

ORTODONZIA FISSA ANNUALE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 24 mesi senza interessi
dentalheart icone paradentologia

PARADONTOLOGIA

TRATTAMENTO PERSONALIZZATO
check up in studio
dentalheart icone protesi

PROTESI DENTALE

TRATTAMENTO PERSONALIZZATO
finanziamento fino a 60 mesi
dentalheart icone conservativa

CONSERVATIVA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
per piccole otturazioni
dentalheart icone endodonzia

ENDODONZIA

TRATTAMENTO FINANZIABILE
per devitalizzazione
dentalheart icone restauro estetico

FACCETTE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
in 24 mesi senza interessi
dentalheart icone sbiancamento

SBIANCAMENTO

TRATTAMENTO FINANZIABILE
con utilizzo di lampada led
dentalheart icone igiene

IGIENE

TRATTAMENTO FINANZIABILE
ablazione standard
Made in Italy

MADE IN ITALY

Utilizziamo solo materiali e dispositivi medici italiani e certificati, lavorando in partnership con importanti e qualificati laboratori nazionali.